90 anni insieme, guardando al futuro

Il 2017 è un anno speciale per tutti noi perché la nostra azienda festeggia il novantesimo compleanno. Un evento unico, che vogliamo celebrare coniugando passato e futuro.
Non un semplice voltarsi all'indietro, ma uno stimolo per immaginare il nostro futuro. Per continuare a migliorarci, come persone e come Gruppo. Per essere sempre più aperti e collaborativi, puntando a quella capacità d’interpretare i bisogni dei medici e dei pazienti, che è la bussola della nostra crescita.
Sguardo al futuro, dunque, come testimoniano i tanti capitoli di questa storia che abbiamo realizzato e quelli che ancora andremo a realizzare, insieme.

Novant’anni di lungimiranza: dalla chimica alle scienze della vita
Insieme abbiamo fatto molta strada da quando, nel 1927, Elio Bracco fondò con 17 persone, in via Plebisciti a Milano, la Società Italiana Prodotti E. Merck. Nel 1931 fu inaugurato il primo stabilimento in via Fucini, con pianta pentagonale, che ispirò le geometrie del futuro logo Bracco. Nel 1935 i dipendenti erano 82: 41 operai (di cui già 30 donne), 26 impiegati, 12 tra chimici, tecnici, medici e 3 dirigenti. Quello è il nostro cuore. Oggi raccogliamo l'eredità di quelle donne e uomini da cui tutto cominciò.
Una lungimiranza che ha intrecciato la storia di Bracco con la storia dell'industria chimica italiana e che ci ha aiutato a superare sia le difficoltà della guerra mondiale, sia quelle della crisi del farmaceutico degli anni Settanta. Puntare sulla ricerca e sui mezzi di contrasto come frontiera dell'innovazione medica ha fatto di noi una grande multinazionale della salute presente in oltre 100 Paesi (Stati Uniti e Cina primo e secondo mercato), leader globale in un comparto tecnologicamente avanzatissimo: quello delle scienze della vita e dell'imaging.

Dalla terapia alla prevenzione
L’intuizione che, dopo le grandi scoperte, l’innovazione avrebbe spostato l'asse della medicina dalla terapia alla prevenzione, ha portato la nostra ricerca a lavorare concretamente con i medici, giorno per giorno, per migliorare la qualità di vita delle persone.
Il mondo è oggi sempre più attento alla prevenzione e alla diagnosi precoce delle malattie, e apprezza i nostri prodotti. Una procedura diagnostica a raggi X su tre è fatta con mezzi di contrasto Bracco: un dato di grande soddisfazione per noi che vi lavoriamo e, credo, per il Paese.
Imperativo innovazione
Innovazione, qualità, crescita, sono e saranno sempre per noi un imperativo.
Sono gemme preziose i centri di ricerca di Colleretto Giacosa, e quelli di Ginevra, Losanna, Princeton e Minneapolis. Una ricerca di frontiera che vede ultrasuoni, risonanza magnetica, imaging nucleare e medical devices come le modalità più promettenti. Che rappresenta un investimento intorno al 10% del fatturato del Gruppo. Che vede circa 300 scienziati e tecnici (il 12% dei dipendenti) impegnati ogni giorno ad assicurare la spinta all’innovazione in sintonia con le necessità degli utenti e dei mercati. E che è aperta all’interazione con università, centri di ricerca pubblici e privati, in un settore in continuo progresso scientifico e di business.

Famiglia, donne, giovani
Sono orgogliosa del lavoro di quattro generazioni della mia famiglia, che nel corso degli anni ha saputo dare opportunità a migliaia di persone. Mi ha commosso che il Sindaco di Cesano Maderno abbia dedicato una via a Fulvio Bracco, testimoniando così il legame con quel territorio che ci vede impegnati da tanti anni anche con progetti per la comunità.
Allo stesso modo sono grata a tutti i lavoratori che, in Italia e all'estero, hanno messo impegno, molto entusiasmo e anche sacrificio per la crescita del Gruppo.
Sono grata alle donne di Bracco, come sempre impegnate su più fronti, animate da volontà, affidabilità, coraggio,  con lo sguardo sempre oltre l’orizzonte, e al contempo concrete. Sono esse stesse modelli di “ricercatrici”, pazienti, tenaci, determinate nel cambiamento.
E sono grata ai giovani di Bracco. Ne fanno parte moltissimi al di sotto dei 35 anni (oltre il 21% dei nostri collaboratori): sono loro il futuro del Gruppo. Vogliamo farli crescere sviluppando il loro talento, il loro potenziale, la loro energia. A questo proposito è stato appena varato uno specifico programma formativo “Young & Smart", di valorizzazione delle risorse più promettenti che potranno assumere posizioni di maggiore responsabilità e interessate allo sviluppo della loro carriera. Sempre ai giovani si rivolge una grande iniziativa di respiro internazionale, annunciata all’ultimo Congresso Europeo di Radiologia: “Bracco Fellowships”, 90 borse di studio per la formazione di giovani radiologi europei.
Una ulteriore conferma del nostro sguardo al futuro.

Le persone al centro e la nostra responsabilità sociale
A tutto questo penso quando dico che le aziende hanno un'anima. Un'anima che trae linfa da valori forti quali la responsabilità, che diviene poi sociale, la sostenibilità e la centralità della persona. Bracco è una comunità, con un patrimonio di valori comuni. Valori che, anche grazie a Fondazione Bracco, vogliamo tramandare alle prossime generazioni.

Diana Bracco

Copyright © 2017 Bracco - P.IVA 00825120157 - Privacy Policy
www.bracco.com